I.T.C.A.

I Religiosi Teitcarziari Cappuccini dell’Addolorata, chiamati anche Amigoniani, appartengono ad una Congregazione Religiosa fondata in Spagna nel 1889 da P. Luigi Amigò, per educare ragazzi e giovani con problemi legati al loro comportamento o al loro inserimento sociale.

ITCA/FAP (Istituto Terziari Cappuccini dell’Addolorata/Formazione ed Attività Pedagogiche–Organizzazione non Lucrativa d’Utilità Sociale) è un onlus che la Congregazione religiosa utilizza per le sue attività apostoliche e sociali.

Ente emanazione della Congregazione Religiosa dei Terziari Cappuccini dell’Addolorata già riconosciuta come Ente Morale con R.D. del 23 giugno 1932 n.° 993 (G.U. n.° 196 del 25 maggio 1932), a sede a San Giovanni Rotondo (FG)

Ad oggi l’Istituto è presente, con 80 istituzioni, in 20 nazioni di 04 continenti. I suoi campi d’azione abbracciano un ampio ventaglio di interventi che vanno dalla gestione delle comunità per tossicodipendenti, ai ragazzi di strada. Il tutto è supportato da un ampio movimento laicale (Cooperatori Amigoniani) che condivide ideali e sensibilità educative della Congregazione. In Colombia gestisce, con riconoscimento dello Stato, una Fondazione Universitaria che si dedica allo studio dei problemi inerenti alla gioventù disagiata e alla formazione delle persone che operano in questo campo.

itca2


PADRE LUIGI AMIGO’

 

padre amigòPadre Luigi Amigó y Ferrer, Figlio di un avvocato, all’età di dodici anni entrò nel seminario di Valencia, dove maturò la sua vocazione alla vita religiosa: rimasto orfano, dovette rinunciare al suo proposito di entrare nell’Ordine Certosino per attendere all’educazione delle sorelle.

Il processo diocesano di beatificazione si è aperto il 18 gennaio del 1950. Oggi Padre Luigi è venerabile.

Riuscì a vestire l’abito cappuccino il 12 aprile del 1874 a Bayonne, in un convento di frati spagnoli in esilio per motivi politici. Tornato in patria, venne ordinato sacerdote il 29 marzo 1879 a Montehano (Escalante): nel 1881 divenne maestro dei novizi a Massamagrell, sua città natale, dove iniziò a organizzare gruppi di terziari francescani laici e a impiegarli per il risanamento morale della società spagnola.

Diede vita a due Congregazioni per l’assistenza ai poveri e agli emarginati: quella femminile delle Sorelle Terziarie Cappuccine della Sacra Famiglia e quella maschile dei Religiosi Terziari Cappuccini di Nostra Signora Addolorata. La congregazione venne fondata nel convento della Maddalena di Massamagrell  dal cappuccino spagnolo Luigi Amigò Ferrer per l’assistenza ai detenuti e la rieducazione dei minorenni: il 12 aprile 1889, festa di Nostra Signora Addolorata, i primi quattordici postulanti ricevettero l’abito religioso, dando formalmente inizio all’istituto. L’arcivescovo di Valencia, Antolín Monescillo y Viso, ne approvò le costituzioni l’8 aprile 1889 e l’11 gennaio 1895 il governo spagnolo autorizzò i Terziari Cappuccini a prestare servizio nelle carceri e nei riformatori statali. I Terziari Cappuccini dell’Addolorata ottennero l’approvazione pontificia il 19 settembre 1905 e le loro costituzioni vennero approvate definitivamente della Santa Sede il 7 maggio 1910. Durante la guerra civile spagnola trovarono la morte 29 religiosi.

La congregazione venne aggregata all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini il 19 giugno 1905 e i suoi membri osservano la regola del Terzo Ordine Regolare di San Francesco; esiste anche il ramo femminile delle Sorelle Terziarie Cappuccine della Sacra Famiglia. I Terziari Cappuccini sono dediti al recupero ed all’educazione della gioventù traviata: prestano il loro servizio soprattutto presso le scuole professionali e i carceri minorili.

Sono presenti in Europa (Germania, Italia, Polonia, Spagna), nelle Americhe (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Ecuador, Nicaragua, Panamá, Porto Rico, Stati Uniti d’America, Venezuela), in Costa d’Avorio e nelle Filippine; la sede generalizia è a Roma. Sono 19 religiosi spagnoli appartenenti alla Congregazione dei Terziari Cappuccini di Nostra Signora Addolorata (o Amigoniani) fondata dal venerabile Luigi Amigó y Ferrer, tre suore Terziarie Cappuccine e una Cooperatrice Amigoniana vittime della persecuzione religiosa della guerra civile spagnola (1936-39).

La causa di canonizzazione di questi religiosi martiri è stata condotta presso l’arcidiocesi di Valencia congiuntamente ad altre sette cause relative ad altrettanti casi di martirio di membri di diversi ordini e congregazioni religiose. Nel 1993-94 è stato emanato il decreto di validità del processo diocesano; il 13 maggio 1997 la Positio sul martirio è stata consegnata alla Congregazione delle Cause dei Santi.

amigo2

I commenti sono chiusi